FANDOM


Christa... Sta tranquilla. Io sono qui solo ed esclusivamente per Me.”

Ymir spiega le sue intenzioni a Christa

Verso Sud-Ovest è il 3° capitolo del 9° Volume, e il 37° capitolo in totale del manga Shingeki no Kyojin, scritto e illustrato da Hajime Isayama.

Breve Riassunto Modifica

Eren, Mikasa, Armin, Hange e Levi si dirigono verso il Distretto di Elmiha per cominciare la ricerca della breccia nel Wall Rose. Con loro c'è anche Padre Nick, che è ancora in silenzio rifiutandosi di dire i segreti del Culto delle Mura, ma che ha scelto di seguire gli uomini dell'Armata Ricognitiva per vedere con i suoi occhi la disperazione che può provocare nella gente comune la caduta di una muraglia. Hange spiega poi che il materiale della pelle del Gigante Femmina è dello stesso tipo del materiale di cui sono composte le Mura, ipotizzando che se Eren riuscisse a produrne con il suo Gigante, allora sarebbe possibile chiudere la breccia in maniera veloce e efficace. delle Mura Nick percorre le strade della città insieme al Capitano Levi, rimanendo profondamente colpito per via della paura provata dalla gente che evacua il Distretto. Quando i due si ricongiungono con la Caposquadra Hange e i ragazzi, Nick si rifiuta nuovamente di parlare, facendo però il nome di una persona che potrebbe rivelare loro le risposte che cercano, in quanto avrebbe la possibilità di parlare. Eren, Mikasa e Armin scoprono di conoscere questa persona e si mettono subito in moto per raggiungerla.

Vicino al Wall Rose, Nanaba guida la squadra di Christa e Ymir, e la Leader decide di spostarsi verso sud per velocizzare la localizzazione della breccia. Ymir si sente insicura visto che lei e Christa sono sprovviste del dispositivo di manovra tridimensionale, chiedendo di ritirarsi assieme all'amica. Nanaba risponde negativamente, e Christa entra in discussione con l'amica, non capendo perchè continui a proteggerla qualsiasi cosa faccia, essendosi anche arruolata nell'Armata Ricognitiva assieme a lei solo per poterla tenere d'occhio. Christa sospetta che sia per via dell'origine della sua famiglia e Ymir glielo conferma, dicendole però di essersi unita all'Armata solo per un suo volere. La squadra di Gelger arriva a Ragako, e Connie sfreccia in velocità tra le vie del suo paese natale per raggiungere casa sua. Una volta arrivato lì, Connie resta bloccato davanti ad un Gigante disteso sopra l'abitazione della sua famiglia. Gelger mette in sicurezza la zona, e nota che il Gigante sopra la casa di Connie ha gli arti troppo piccoli per potersi muovere, domandandosi come abbia fatto a finire in quella posizione.

Sommario Modifica

Levi tiene a bada Nick

Levi protegge Nick con un'arma, e gli fa da scorta

16 Ore dopo l'avvistamento. Eren, Mikasa e Armin si stanno spostando su di un convoglio assieme al Caposquadra Hange e al Capitano Levi. Con loro, Hange ha deciso di portare anche Nick, il membro del Culto delle Mura che ha interrogato sulla cima del Wall Sina, al Distretto di Stohess. Hange afferma che il prete è a conoscenza del significato dei Giganti all'interno delle Mura e del segreto delle Mura stesse, ma si rifiuta di parlare. Nonostante ciò, Nick ha deciso di sua spontanea volontà di uscire dal Wall Sina per verificare con i propri occhi la disperata situazione degli evacuati dei Distretti dopo la presunta caduta del Wall Rose. Levi farà da scorta all'uomo, e si incuriosisce per uno strano sasso che ha in mano Hange. Lei dice di averlo recuperato dal corpo del Gigante Femmina di Annie Leonhart e che, analizzandolo in laboratorio, risulta composto dallo setsso materiale di cui sono fatte le Mura. Hange azzarda l'ipotesi di chiudere la breccia nella muraglia se Eren fosse in grado di apprendere tale abilità. Il ragazzo resta insicuro, e il Capitano asserisce che non gli è stato chiesto se può chiudere la breccia nel Wall Rose, ma gli è stato ordinato. Eren si riempie di determinazione, mentre Levi ordina alla stessa maniera ad Armin di continuare ad utilizzare il suo intelletto e a Mikasa di proteggere Eren a costo della sua vita, evitando di commettere errori (riferendosi probabilmente allo scontro con il Gigante Femmina nella Foresta degli Alberi Giganti).

Nick e Levi a Elmiha

Il Capitano Levi e Padre Nick arrivano al Distretto di Elmiha

Il gruppo si dirige al Distretto di Elmiha, a sud del Wall Sina. Il Capitano Levi scorta Padre Nick per le vie della cittadina, mostrandogli la disperazione che ha portato la notizia della breccia nel Wall Rose. I residenti di Elmiha stanno evacuando in massa, con volti tristi e pieni di disperazione, e Levi osserva la paura generata in Nick da tale visione. Poco dopo, si ricongiungono con Hange e i ragazzi, e la donna gli domanda se abbia deciso o no di parlare e riferire i segreti del Culto delle Mura. Padre Nick rifiuta per l'ennesima volta, confermando la sua lealtà verso i membri del suo Culto e il suo voto di silenzio. Comunque, Nick da un suggerimento su una persona che potrebbe dare all'Esercito le informazioni che cerca, in quanto avrebbe la possibilità di parlare. Tale persona è stata coinvolta in un conflitto tra i suoi consanguinei, ed ha utilizzato un nome falso per nascondere la sua identità e la sua appartenenza alla Famiglia Reale. Eren, Mikasa e Armin rimangono sbalorditi quando Padre Nick pronuncia il suo nome, e l'uomo sospetta che questa persona potrebbe aver scoperto dei segreti talmente scottanti da essere sconosciuti persino ai membri del Culto delle Mura. La ragazza in questione ha preso parte al 104° Corpo di Addestramento Reclute, e i ragazzi la conoscono molto bene, descrivendola come bassa, bionda, molto carina e indicando che era sempre in compagnia di Ymir durante l'addestramento. Quando Hange e Levi sentono quest'ultimo nome, riconoscono la parola nominata da Ilse Langnar nel suo taccuino prima di morire, trovato dai due in una spedizione l'anno prima.

7 Ore dopo l'avvistamento. Ymir e Christa sono assieme a Nanaba e Henning. La leader della squadra decide di proseguire verso sud, in modo da ricercare più velocemente la breccia nel Wall Rose e aiutare in questo modo la squadra di Gelger. Ymir trova troppo pericoloso l'avvicinarsi al luogo della breccia senza attrezzatura tridimensionale, e chede a Nanaba di ritirare lei e Christa dalla missione. La leader risponde prontamente di no, decendo che anche se le due ragazze non possono combattere, possono sempre essere utili come messaggere, ribadendo loro che devono rispettare gli ordini impartiti in quanto soldati. Christa si sente pronta ad eseguire gli ordini di Nanaba, e chiede ad Ymir perchè abbia deciso di seguirla nell'Armata Ricognitiva. Christa capisce che l'amica l'ha aiutata ad entrare nei primi 10 classificati del Corpo d'Addestramento solo per darle la possibilità di entrare nel Corpo di Gendarmeria e salvarsi, e le chiede infine, se tutto quello che sta facendo Ymir per proteggerla è collegato alla famiglia di Christa. Ymir risponde freddamente di si, dicendo però che lei si è arruolata nell'Armata Ricognitiva solo e unicamente per se stessa, e per nessun altro.

Connie arriva a casa

Connie arriva davanti a casa sua

9 Ore dopo l'avvistamento. La squadra di Gelger arriva a Ragako, e Connie scatta in avanti con il cavallo per raggiungere più velocemente casa sua. Il ragazzo si preoccupa per non vedere nessuno in giro, pensando al peggiore degli scenari. Arrivato davanti a casa sua, Connie si trova davanti ad una macabra visione: un Gigante è completamente steso sopra la sua casa distrutta e lo guarda con gli occhi spalancati. Reiner arriva in soccorso dell'amico, e il Leader Gelger ordina ai suoi uomini di andare a controllare i dintorni per vedere se c'è la presenza di altri Giganti. Ad uno sguardo più attento, il Gigante sulla casa di Connie sembra impossibilitato a muoversi per via della magrezza delle braccia e delle gambe, e Gelger si chiede come sia riuscito a finire in quella posizione.



Personaggi in Ordine di Apparizione Modifica

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.